SA MANDRA AD ALGHERO

Sa Mandra può essere considerata una vera e propria istituzione nel nord dell’isola. È un’azienda agrituristica a conduzione familiare situata molto vicino all’aeroporto di Alghero. Per chi avesse la curiosità di provare la gastronomia sarda, Sa Mandra è indubbiamente il posto ideale. È aperto per cena e la formula del menu fisso, ti permette di assaggiare ogni piatto tipico cucinato con gusto e nel rispetto della tradizione sarda. Oltre al ristorante, Sa Mandra dispone di alcune stanze dove pernottare. In un’area dell’azienda si può visitare un interessante museo etnografico interamente dedicato alla tradizione sarda. La bellissima terrazza invece, è ideale per trascorrere delle serate romantiche in un ambiente rurale e autentico. Comento della Turista: il prezzo del menù è di 35 euro a persona. È un prezzo buono se si considerano le abbondanti portate e porzioni che vengono proposte. Come orario consiglio di prenotare la cena abbastanza presto e durante…

Read More

PIZZERIA IL BUONGUSTAIO A CABRAS

Nella pizzeria Il Buongustaio di Cabras, troverete una delle migliori pizze da asporto. Purtroppo non abbiamo foto, perchè quello che capita sempre appena arriva la pizza, è di mangiarla subito e di scordarsi di scattare una foto! Anche se siamo stati diverse volte, solo l’ultima, ci siamo ricordati di fare una foto con il telefonino dell’ultimo triste pezzo che rimaneva…(la favolosa pizza con bottarga!!). La migliore del mondo!!!! c’è bisogno di dire altro? No, dovete solo far capitare presto l’occasione di conoscere il Buongustaio. Commento della Turista: il locale ha alcuni tavolini, però d’ estate con il caldo che fa, mangiare al chiuso è una missione suicida. È meglio portare via la pizza e consumarla in un altro posto, come in hotel o in qualche piazza o panchina all’aperto. Vendono bibite fresche e soprattutto la birra Ichnusa in tutte le sue varianti e grandezze. La pizza è molto sottile. Dalla…

Read More

IL RITO DELLA SETTIMANA SANTA IN SARDEGNA

L’autore di questi bellissimi scatti è un mio caro amico, il suo nome è Roberto Murgia, detto Bob. Le foto ritraggono alcuni momenti del rito della Settimana Santa a Cagliari. Sa Chida Santa, questo il nome in lingua sarda, si svolge tra le vie del centro storico: Villanova, Stampace, Castello ed il quartiere de La Marina, rivivono il triduo pasquale, ossia, l’evento della passione di Cristo, la sua morte e risurrezione. Il tutto avviene in un’atmosfera suggestiva tra antichissime usanze mistico-religiose di origine spagnola. I riti della Settimana Santa riguardano tutta la Sardegna e le celebrazioni hanno inizio il venerdì che precede la Domenica delle Palme con la processione dei Misteri (Is Misterius). La processione descrive i toccanti riti della deposizione dalla croce, che in sardo si chiama: “Su Scravamentu” e l’incontro tra la statua di Gesù e la Madonna: “S’Incontru”. Le confraternite locali sono le protagoniste indiscusse dell’evento: curano…

Read More

LE SALINE CONTI VECCHI: IL RACCONTO DELLE MONTAGNE DI SALE DI CAGLIARI

È vero, siamo nel periodo giusto, ma la foto di copertina, anche se potrebbe sembrare, non è una montagna di ghiaccio, ma bensì di sale. I primi di dicembre ho visitato le Saline Conti Vecchi. La foto l’ho scattata dal trenino turistico mentre ci portava in giro lungo il percorso del grande stabilimento che si trova a pochi chilometri da Cagliari. Le Saline Conti Vecchi, sono un esempio di come la Sardegna, in passato, abbia vissuto periodi di grande emancipazione sociale legati allo sviluppo economico e industriale. Ancora oggi sono in funzione e conservano intatto il fascino di un passato che ha molto da raccontare. Intere famiglie hanno vissuto nel così chiamato “villaggio del sale”. L’idea di costruire questo impianto di produzione del sale, fu dell’ingegnere Luigi Conti Vecchi. Luigi Conti Vecchi era toscano d’origine; nel 1919, dopo aver combattuto durante la prima guerra mondiale, si occupò della realizzazione di una…

Read More

CHIARA VIGO, IL MAESTRO DEL FILO DEL MARE – SANT’ANTIOCO

“Stasera ho vissuto una magia”. Questo è il pensiero che ho scritto e lasciato sul quaderno delle visite nella stanza di Chiara Vigo. Chiara Vigo è il maestro del filo del mare, il bisso. Il bisso è ricavato dalla preziosissima Pinna Nobilis, un mollusco gigante che può raggiungere anche il metro e mezzo di grandezza. Questo mollusco, è un incrocio tra una cozza ed un’ostrica e, al suo interno, possiede una ghiandola setacea che produce una sorta di collagene cheratinato: questa bava di cheratina viene sputata fuori dal mollusco a causa della contrazione e del movimento delle due valve. A contatto con l’acqua, la bava si solidifica e produce un batuffolo marrone, simile ad una barba incolta con in mezzo piccole incrostazioni di conchiglie, alghe e coralli: Il materiale viene lavorato e sbiondato, e solo allora diventa bisso. Ho assistito alla trasformazione del bisso in filo da tessere; seguivo affascinata…

Read More

EQUINOZIO D’AUTUNNO AL POZZO DI SANTA CRISTINA: IL FENOMENO DELL’OMBRA CAPOVOLTA

Il 22 settembre scorso, durante i giorni dell’equinozio d’autunno, mi trovavo al pozzo di Santa Cristina. Sono arrivata di pomeriggio e non ho visto la mia ombra capovolta. Il giorno era giusto, ma il sole a quell’ora, non era allineato con il foro sopra il tetto del pozzo. È proprio il sole, infatti, che fa filtrare la luce nel pozzo e, per effetto della rifrazione, l’ombra si riflette sull’acqua e sulla parete del pozzo, proiettando la sua immagine con la testa rivolta verso il basso. Il pozzo di Santa Cristina è sempre un luogo magico. Tutte le volte che ci sono stata, ho vissuto un”esperienza particolare. Risale al XI – IX secolo A.C. È stato edificato in basalto locale ed è costituito da una scala a sezione tronco trapezoidale, una cella ipogeica voltata ad ogiva. La cella è stata realizzata con anelli concentrici sovrapposti con la tipica tecnica isodoma, molto…

Read More

TESTA DI POLPO, IL RIFUGIO DEL AGA KHAN

L’isola di Giardinelli non è una vera e propria isola. È una penisola unita a La Maddalena da un piccolo istmo. Giardinelli, è un paradiso selvaggio dove ancora è possibile trovare uno spazio tranquillo rispetto alle altre zone de La Maddalena prese d’assalto dai turisti. È stato il rifugio perfetto durante le nostre vacanze nell’arcipelago. Nel lato orientale dell’isola Giardinelli seguendo uno sterrato, si arriva alla famosa spiaggia Testa di Polpo che in lingua sarda è chiamata: “Capocchia d’ù Purpu” e che deve il suo nome ad una curiosa roccia a forma di polpo, situata nella stessa spiaggia (da questa prima foto si può notare anche la sua considerevole grandezza). La spiaggia è caratterizzata da una sabbia bianca molto fine, il mare è limpido e cristallino come una piscina naturale. Davanti alla spiaggia, all’altro lato del mare, si trova la meravigliosa isola di Caprera. La trasparenza ed i colori turchesi…

Read More

UN GIRO IN CASTELLO A CAGLIARI TRA STORIA E ANEDDOTI

Cagliari, la mia città, quella che pensavo di conoscere bene, l’altra sera mi ha regalato un’altra bellissima emozione: ho partecipato ad un tour serale per le vie del quartiere Castello. Il tour è stato organizzato dall’agenzia Trip Sardinia, che organizza eventi, escursioni turistiche e tours in tutta l’isola. Grazie ad una guida brillante di nome Claudia, abbiamo iniziato il giro da Porta Cristina, l’arco monumentale che rappresenta l’ingresso al quartiere Castello. Porta Cristina, così come ci ha spiegato Claudia, era stata trasformata in porta monumentale solo nel 1854 dai Savoia durante il Regno Sardo Piemontese. Il suo precedente nome era Porta del Soccorso perchè al Castello si accedeva attraverso un tunnel scavato nella roccia. Sia durante la dominazione dei pisani che degli Aragonesi, il Castello ebbe un ruolo prettamente militare: era lì che si svolgevano tutte le operazioni politico amministrative e militari; le sue porte di accesso venivano aperte durante il…

Read More

GIUGNO

il caldo delle ore diurne si attenua con la sera, le temperature medie toccano i 27°, le
precipitazioni sono scarse e nelle giornate soleggiate, si raggiungono quasi i 30°.
Tutti i ristoranti, i servizi balneari e di intrattenimento sono aperti..
Cosa stai aspettando?

LA MAGIA DEL NURAGHE LOSA

Il nuraghe, è una tipologia di edificio megalitico, che parte dall’età del bronzo e arriva fino al II millennio A.C . Per la sua particolarità, nel tempo, si è trasformato in un simbolo caratteristico della Sardegna e della sua cultura distintiva. Il Nuraghe Losa è una delle più alte espressioni dell’architettura nuragica per il suo disegno organico, la sua forma compatta e la sofisticatezza della tecnica di costruzione utilizzata. Costruito con blocchi di basalto è caratterizzato da una torre centrale e una muraglia con 3 torri al suo intorno (trilobato). Le fasi più antiche di vita nel nuraghe risalgono alla fine del Bronzo Medio e Recente, e continuano fino agli inizi dell’età del ferro. Commento della turista: Non ci sono scuse per non visitare il nuraghe Losa, soprattutto se si attraversa l’isola da nord a sud o viceversa. Il nuraghe infatti, è di strada e si trova in prossimità dell’autostrada…

Read More

TREKKING A NEBIDA. UN PERCORSO MOZZAFIATO

Il forte vento di scirocco non ci ha impedito di trascorrere una bellissima giornata di trekking nella zona di Nebida . Nebida fa parte della costa sud occidentale della Sardegna; E’ la località dove si trova il famoso Pan di Zucchero, l’imponente faraglione di roccia calcarea situato di fronte alle famose miniere di Porto Flavia . È denominata la costa verde della Sardegna, credo anche per la sua natura così selvatica: le lunghissime spiagge e le numerose calette che costeggiano l’area, rendono ancora più suggestivo il quadro che si completa nella sua perfezione quando si getta lo sguardo verso il grande scoglio. La spiaggia di Plag’e Mesu (spiaggia di mezzo) è stata il nostro punto di partenza. È chiamata così proprio perchè si trova in mezzo a Funtanamare e Porto Paglia; in realtà la spiaggia è una sola, ma essendo molto estesa, per comodità è stata divisa con nomi diversi….

Read More